SCONFIGGI L’INSONNIA CON LA TERAPIA COGNITIVO COMPORTAMENTALE

La recente pubblicazione delle linee guida europee per la diagnosi e il trattamento dell’Insonnia ha introdotto delle raccomandazioni ufficiali per quello che riguarda il processo diagnostico, ma soprattutto terapeutico del disturbo. Le raccomandazioni più interessanti riguardano la terapia cognitivo comportamentale dell’Insonnia (CBT-I) che viene promossa come il trattamento di prima linea per l’insonnia cronica in soggetti adulti di ogni età.

La CBT-I è un intervento multi-componenziale effettuato sia individualmente che in gruppo in diverse sessioni (generalmente da 4 a 8), e che si articola in interventi di psicoeducazione sull’igiene del sonno, tecniche comportamentali (restrizione del sonno e controllo dello stimolo), di rilassamento e di terapia cognitiva la cui efficacia è stata testimoniata in meta-analisi di trial clinici controllati. Il trattamento farmacologico può essere somministrato solo in caso di inefficacia della CBT-I o nel caso in cui questa non possa essere disponibile per il paziente.

Inoltre, alcune considerazioni vanno espresse in merito a queste raccomandazioni. Nonostante la CBT-I sia ritenuta il trattamento di prima linea, questa non è facilmente accessibile ai pazienti. Solo una minoranza di essi riceve questo trattamento in Europa, così come in Italia. Nella pratica clinica di tutti i giorni, dall’assistenza sanitaria di base alla realtà dei centri specializzati, l’insonnia cronica viene comunque trattata principalmente attraverso al somministrazione di terapie farmacologiche che, non di rado, vengono assunte dai pazienti per un periodo che va ben oltre quello consigliato. Questo fenomeno non può essere ricondotto unicamente ad una scarsa conoscenza o aderenza degli operatori sanitari rispetto alle linee guida di riferimento, ma deve essere letto come il bisogno di divulgazione di conoscenze specifiche e di formazione di professionisti in grado di erogare la CBT-I e di renderla disponibili sul territorio nazionale. La sfida per il futuro è quella di implementare una robusta rete di clinici che possa trattare tempestivamente questo disturbo, che se sottovalutato o non trattato in maniera adeguata, può portare a conseguenze drammatiche per la salute mentale e fisica dei pazienti gravando ulteriormente sul sistema sanitario nazionale.

-TESTO TRATTO DA: http://sonnomed.it/2019/11/20/linee-guida-europee-per-la-diagnosi-e-il-trattamento-dellinsonnia/-

Sono Enrico Rolla, psicologo e psicoterapeuta.

Ho fondato l’Istituto Watson nel 1979 che è un centro di terapia cognitivo comportamentale e da allora ho sempre trattato i disturbi d’ansia, la depressione e i problemi relazionali.

Ho potuto constatare come molti soffrissero anche d’insonnia che, in alcuni casi diventava cronica e creava gravi problemi alle loro vite.

Per affrontare questo problema, così frequente, l’editore Feltrinelli – Gribaudo mi ha chiesto di scrivere un libro divulgativo sull’argomento, intitolato Insonnia. Il metodo semplice per riaddormentarsi in 7 minuti.”

I disturbi del sonno, infatti, sono sempre più diffusi. Oltre 9 milioni di italiani ne soffrono e oltre il 45% della popolazione presenta insonnia transitoria o acuta.
Le conseguenze che ne derivano possono essere:

  • Aumento della pressione arteriosa
  • Mal di stomaco e digestione lenta
  • Difficoltà di concentrazione
  • Umore depresso
  • Minor rendimento sul lavoro
  • Tendenza a un comportamento asociale
  • Aumento del rischio di incidenti sul lavoro e alla guida.
SCOPRI LE DATE E ACQUISTA IL PROGRAMMA

4 SETTIMANE PER TORNARE A DORMIRE MEGLIO

In 4 incontri è possibile acquisire nuove abilità e competenze per gestire meglio il sonno e l’insonnia sarà al termine ridotta in modo significativo.

Le sedute avranno cadenza settimanale della durata di 50 minuti ciascuna e saranno condotte da psicoterapeute specializzate.

  • Nella prima settimana valuterete il vostro sonno mediante la compilazione di questionari, imparerete tecniche di respirazione e metterete in pratica l’igiene del sonno per correggere consuetudini di comportamento errate.
  • Nella seconda settimana apprenderete il rilassamento, nozioni sul sonno e come le credenze e le aspettative possano influenzarlo.
  • Nella terza e quarta settimana imparerete tecniche efficaci come l’Autoipnosi, il Controllo dello stimolo, la Restrizione del sonno e l’Intenzione paradossa.
  • In aggiunta al programma riceverete gratuitamente a casa il libro “INSONNIA. Il metodo facile per (ri)addormentarsi in 7 minuti”.

Per consolidare i risultati raggiunti sarà opportuno continuare a esercitarsi per altre 3/4 settimane.

In questo modo sarà possibile passare dalla veglia al sonno in meno di 10 minuti, riaddormentarsi rapidamente nei risvegli notturni e migliorare in modo significativo la qualità del sonno.

LE DATE DEL PROGRAMMA

  • 1° INCONTRO: 9/11/2021 DALLE 17:00 ALLE 18:00
  • 2° INCONTRO: 16/11/2021 DALLE 17:00 ALLE 18:00
  • 3° INCONTRO: 23/11/2021 DALLE 17:00 ALLE 18:00
  • 4° INCONTRO: 30/11/2021 DALLE 17:00 ALLE 18:00

SE DESIDERATE PARTECIPARE AL PRIMO GRUPPO DI INCONTRI, è IMPORTANTE FORMALIZZARE L’ACQUISTO ENTRO IL 02/11/2021 IN MODO DA:

  • CONSENTIRE ALLO STAFF L’INVIO PER TEMPO DEL LIBRO “INSONNIA. IL METODO PER RIADDORMENTARSI IN 7 MINUTI” ,
  • RICEVERE UNA EMAIL CONTENENTE I QUESTIONARI E IL DIARIO DEL SONNO, DA COMPILARE E INVIARE ALL’INDIRIZZO [email protected] ENTRO IL 8/11/2021. 

Per maggiori informazioni contattateci allo 011 56 111 02 dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 13:00 o dalle 15:00 alle 18:00.

SCOPRI LE DATE E ACQUISTA IL PROGRAMMA

Ecco come ho sconfitto l’Insonnia dopo 20 Anni

Testimonianze

“Prima di iniziare questo mini corso, pensavo che in me ci fosse qualcosa di sbagliato e che il non dormire fosse ormai un problema non risolvibile. Durante le 4 settimane, grazie all’aiuto di Rosanna, ho compreso di essere vittima di un autocondizionamento nel non dormire.
Con gli esercizi suggeriti ho migliorato la gestione dell’ansia e dello stress, diminuendo i risvegli notturni. “

Scrivo questa recensione due settimane dopo la fine del corso per riassumerne i progressi:

  • Risvegli notturni diminuiti
  • Qualità del sonno aumentata
  • Maggior conoscenza delle azioni per contrastare l’insonnia
D. F.

Il corso è stato interessante e utile e lo consiglierei a tutti quelli che soffrono di insonnia.
Forse, però converrebbe effettuare gli incontri ogni due settimane anziché una per avere più tempo per mettere in pratica le istruzioni ricevute.

Un caro saluto e ancora grazie

A. B.

CONTATTACI PER SCOPRIE   COME SUPERARE L’INSONNIA IN 4 SETTIMANE

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    COSA POTRAI OTTENERE DAL PROGRAMMA?

    Il programma di terapia in piccoli gruppi da me ideato nasce dall’esperienza pratica unita all’impiego di tecniche validate a livello scientifico e si basa su quella che oggi viene definita “Terapia Cognitivo Comportamentale per l’Insonnia”.

    La ricerca scientifica dimostra che tutto ciò è possibile in 6/7 settimane.

    I numerosi vantaggi che si possono ottenere da questo programma sono:

    • Evitare di assumere i farmaci o moderarne il consumo sino alla completa dismissione.
    • Utilizzare uno strumento che non crea dipendenza e non ha effetti collaterali.
    • Migliorare la qualità del sonno.
    • Migliorare lo stato d’umore.
    • Migliorare l’efficienza diurna sul lavoro e nelle relazioni familiari e sociali.

    Questo programma potrà aiutare le persone anche nei momenti di stress dovuti alle tensioni quotidiane che, come noto, incidono al 50% sui disturbi del sonno.

    Risulta, quindi, evidente come anche solo modificando piccole abitudini quotidiane, si possano ottenere risultati rapidi e visibili.

    L’applicazione e la costanza vengono sempre premiate.

    I PROGRAMMI ONLINE SONO EFFICACI?

    L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce l’insonnia come un “disturbo dell’inizio del mantenimento del sonno”, oppure come “un sonno non ristoratore presente per almeno tre notti alla settimana”, associato a una sensazione di fatica, stanchezza o inefficienza diurna.

    Fattori emotivi come stress, ansia e depressione causano la metà dei casi di insonnia.
    Prima degli anni 80 non esistevano tecniche specifiche per trattare questo problema e i pazienti venivano aiutati attraverso l’insegnamento di tecniche di rilassamento e autoipnosi. Da allora sono state messe a punto strategie comportamentali molto potenti, tutte validate scientificamente.

    L’American Academy of Sleep Medicine (AASM) e il National Institutes of Health (NIH) hanno ufficialmente riconosciuto che “la psicoterapia a orientamento cognitivo comportamentale è il migliore trattamento disponibile per l’insonnia, non ha effetti collaterali e, pertanto, deve essere considerata come la prima scelta nel trattamento”.

    Tutta la ricerca scientifica dimostra che con la Terapia Cognitivo Comportamentale è possibile migliorare in modo significativo la propria insonnia in 5/6 settimane.

    Come altri importanti enti di ricerca internazionali, anche la Fondazione Veronesi riporta uno studio dell’Università di Oxford pubblicato su The Lancet Psychiatry che ha coinvolto 3755 studenti universitari del Regno Unito.

    Il trattamento di Terapia Cognitivo Comportamentale è stato somministrato attraverso un programma online, in sei sessioni della durata di venti minuti, e comprendeva parti comportamentali, cognitive ed educazionali, come imparare ad associare il letto al sonno, ritagliarsi del tempo per pensare alla giornata trascorsa prima di coricarsi, predisporre un ambiente adatto a facilitare il sonno. Migliorando la qualità del sonno si sono registrati anche miglioramenti in depressione, ansia, incubi e nel senso di benessere psicologico.

    Sei indeciso?  Contattaci per capire se il Corso può esserti di aiuto

    Puoi Contattarci dal sito o chiamarci allo 011 56 11102

      Il tuo nome (richiesto)

      La tua email (richiesto)

      Oggetto

      Il tuo messaggio

      Insonnia-Il metodo semplice per (ri)addormentarsi in 7 minuti

      Il Dot. Rolla è autore del libro “Insonnia-Il metodo semplice per (ri)addormentarsi in 7 minuti” .

      Il “buon” dormitore è chi aspetta che il sonno lo raggiunga (e, secondo alcuni studi, passa dalla veglia al sonno in un periodo che dura da uno a sette minuti). Il “cattivo” dormitore è chi insegue sempre il sonno.

      Questa semplice “formula” esprime una grande verità ed è il primo passo per capire e affrontare l’insonnia. L’insonnia è un male che affligge quasi dieci milioni di italiani nella sua forma cronica, e il 45% della popolazione nella sua forma transitoria.

      Questo libro attinge dalla grande esperienza dell’autore e si basa sulla Terapia cognitivo comportamentale, offre la chiave per tornare a dormire finalmente sonni sereni. Esercizi – Test – Casi di studio – Consigli e informazioni utili

       

      INSERISCI NOME ED EMAIL PER RICEVERE GRATIS IL PRIMO CAPITOLO DEL LIBRO
      Acconsento al trattamento dei dati personali secondo il nuovo regolamento generale della protezione dei dati dell’Unione Europea (GDPR) e delle successive modifiche e secondo la Privacy Policy presente nel sito.

      Accetto